Come utilizza Pelliconi la Realtà aumentata.

Come utilizza Pelliconi la Realtà aumentata.

La prima idea è già pronta: con il supporto di una software house specializzata, Pelliconi ha sviluppato una piattaforma digitale (DAPP) che permette di “leggere” con il cellulare un “marker”che può essere situato sia sulla superficie interna che esterna della chiusura, abilitando così diversi servizi basati sulle tecnologie digitali – realtà aumentata in primis – dando la possibilità ai nostri clienti di veicolare ai consumatori qualsiasi tipo di contenuto multimediale (canzoni, filmati, animazioni 3D, giochi), di analizzare i dati (DAPP Analytics) derivanti dalle attività promozionali e di consumo, oltre alla tracciabilità e tanto altro ancora.

DAPP è stata lanciata a settembre in occasione del Drinktec di Monaco, la più importante fiera del settore beverage, con un ottimo riscontro. «Esiste una versione end user, che permette di attivare la realtà aumentata, ideale per il consumer engagement attraverso promozioni e giochi. E poi esiste anche una versione aziendale, ad esempio per la configurazione di macchine, tracking dell’ordine e analisi dei dati. La stiamo proponendo alle direzioni Marketing e Supply Chain. Cina e Africa sono il nostro primo target», specifica il manager.

«Nel 2018 diventeremo una NewCo separata dall’azienda principale» specifica Mingardi «con l’obiettivo di diventare un riferimento per la digital transformation del mondo beverage. Avremo così una nuova identità, che permetterà di proporre ai nostri clienti un prodotto a forte valore aggiunto, spingendo l’evoluzione del tappo che è una commodity».

Julio

    I commenti sono chiusi